Questo sito utilizza i Cookies
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Sono d'accordo - Informativa Cookie
Side Menu

Categoria: "L'amministratore risponde"

13 Semplici regole per non litigare in condominio.

13 Semplici regole per non litigare in condominio.

Ai nostri giorni nei tribunali di tutta Italia giace mezzo milione di cause condominiali.

La maggior parte di quest'ultime non avrà seguito, si tratterà solo di soldi e tempo perso.

Eppure per evitare questi piccoli disguidi con i vicini di casa basterebbe veramente poco.

 

Le statistiche sono davvero impietose: le liti tra condomini sono tra le prime 3 motivazioni delle cause giudiziarie.

In particolare le liti condominiali sono più frequenti al sud (11,1%) e coinvolgono maggiormente gli uomini, ma non eccesivamente (10,3%, contro 8,3% delle donne), e avvengono con maggiore incidenza nei piccoli centri (10,4%) rispetto alle grandi città.

Parte di queste iniziative che finiscono in mano agli avvocatihanno motivazioni tangibili: danni materiali, reati più o meno gravi, irregolarità amministrative. Ma la grande maggioranza è causata semplicemente da comportomenti molesti, che ledono le normali regole di convivenza all'interno del condominio.

Insomma, per semplificare: con maggiore buona educazione da parte di tutti, si potrebbe evitare di dover ricorrere ai tribunali per dirimere faccende che potrebbero essere risolte modificando i propri comportamenti.

Ecco qui di seguito una piccola guida al buon comportamento condominiale: seguire, o almeno provare a seguire, queste facili regole consentirà di eliminare le frizioni più comuni tra gli abitanti del condominio.

Quali spese si possono portare in detrazione per il condomino e per la propria casa?

Quali spese si possono portare in detrazione per il condomino e per la propria casa?

Il CAF mi ha detto che non posso detrarre questa spesa?

A quale detrazione ho diritto? 50% oppure 65%?

Ci sembra doveroso condividere questa guida dell'Agenzia delle Entrate su tutte le spese condominiali e private.

Trasformazione da riscaldamento centralizzato ad autonomo in condominio.

Trasformazione da riscaldamento centralizzato ad autonomo in condominio.

Con una recente sentenza, la Cassazione  non solo ha confermato la nullità della delibera del condominio che, in assenza i approvazione all’unanimità dei condomini, ha deciso per la dismissione dell’impianto di riscaldamento centralizzato e la trasformazione in impianti autonomi, ma ha, inoltre, riconosciuto ai condomini che si sono mostrati contrari il risarcimento del danno subìto per la cessazione del servizio comune di riscaldamento.

L'amministratore di condominio non indìce un'assemblea condominiale da più di un anno.

L'amministratore di condominio  non indìce un'assemblea condominiale da più di un anno.

Spesso ci si chiede come ci si deve comportare quando il proprio amministratore di condominio non indice l'assemblea generale da diversi anni e per lo stesso periodo non presenta alcun bilancio. Una pratica ricorrente che è spesso prerogativa di amministratori di condominio improvvisati che si approfittano di condomini troppo poco prudenti.