Il green pass e le riunioni di condominio

Domanda. Riguardo all’introduzione del “green pass” per limitare e prevenire i contagi da Covid–19, vorrei sapere se questo è obbligatorio anche per la partecipazione alle assemblee condominiali in presenza.
F.V. – Catania
Risposta. La risposta, stando alla normativa attualmente vigente, è negativa, nel senso che il condomino non è tenuto a esibire alcunché all’amministratore o al presidente dell’assemblea riguardo al suo stato vaccinale anti Covid–19. Infatti l‘articolo 3 (rubricato «Impiego certificazioni verdi Covid–19») del Dl 105/2021, convertito in legge 126/2021, che contiene «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid–19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche», non include gli spazi riservati alle assemblee di condominio nell’elenco dei luoghi in cui è obbligatorio esibire il green pass.

Il Garante della privacy, con il parere del 9 giugno 2021, ha puntualizzato, con riferimento anche alle riunioni (assemblee condominiali), che solo una norma di rango primario potrebbe prevedere l’uso del green pass per la partecipazione a esse, dato chela presenza alle assemblee condominiali è l’estrinsecazione di una modalità di svolgimento di rapporti giuridici, nel caso concreto facenti capo alla manifestazione dei diritti e dei doveri del condomino in ragione dell’esercizio del diritto di cui si dispone verso l’immobile facente parte del contesto condominiale.

 

“Il coronavirus appiattisce il nostro quotidiano, preoccupa la nostra mente e soprattutto livella le differenze sociali.”

MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA CONTROLLO DEI GREEN PASS DEL PERSONALE ALL’INGRESSO CONTROLLI POLIZIA PENITENZIARIA